Riccardo Ceres condisce Spaghetti Southern con tutto il sapore del sud

 

Riccardo Ceres: “Non si capisce l’Italia se non la si guarda da sud”. Questo l’incipt del suo nuovo album Spaghetti Southern

“Atmosfere desertiche, suoni scarni, ruvidi, di caldo afoso, come l’aria di sud. Grandi protagoniste le parole, che saettano come fulmini in un temporale estivo dove la pioggia cade al suolo già asciutta. Una voce imponente, italiana, che come “voce fuori campo” ulula alla luna il sud di Riccardo Ceres.

Sud del cuore sud del basilico e dei pomodori, degli stereotipati luoghi comuni, del mare infinito, dello stringere i denti. Il sud del volersi bene e del darsi una mano, il sud che non è più western ma southern, quello in cui bisogna farsi giustizia personalmente; in cui sempre più si gira armati di cultura, passione e tolleranza.”

Riccardo Ceres cantautore, compositore e scrittore.

All’attivo tre dischi distribuiti in ambito nazionale ed internazionale. Eclettico, dissacrante, definito dalla stampa «Cantautore Pulp ». Riccardo Ceres si rifà alla scuola cantautoriale di Ciampi, Conte, Waits, con uno stile letterario personale e che ammicca alla Beat Generation americana.

L’esordio nel 1999 con il suo primo EP con “I figli della signora 44 “. Nel 2001 il primo disco dal titolo «Puro Stile Italiano». Nel 2003 Riccardo si trasferisce a Roma ed inizia un nuovo percorso artistico come compositore di colonne sonore. Firma le musiche di cortometraggi e mediometraggi, tra i quali: «Quanta donna Vuoi»; «La Merendina Tropicale», che vince il premio internazionale “l’Efebo d’oro” ‘05; «Mistero e passione di Gino Pacino», che vince il premio internazionale “Non solo Barocco” ‘07 ed il premio della giuria al Kustendorf Film Festival ‘08.

Per Riccardo Ceres ottime critiche dal pubblico e dalla stampa nazionale specializzata

Nel 2008 Ceres vince il «Rock Contest» di Radio Popolare Firenze. Nel Marzo ‘09 esce il suo nuovo cd «Riccardo Ceres in James Kunisada Carpante» (Il Popolo del blues/Audioglobe). Il nuovo lavoro riceve ottime critiche dal pubblico e dalla stampa nazionale specializzata e si insinua nelle fasi finali del Premio Sanremo Tenco. Il 2010 è l’anno in cui Riccardo Ceres firma la colonna sonora del film «Mozzarella Stories» ( Bavaria/Rai/Emir Kustirica) e del documentario «Come prima, più di prima mi amerò» (RCcinema/RaiInternational).

Attendiamo il 2010 per ascoltare il suono del nuovo disco «E il mondo non c’è più» con cui inizia un nuovo tour (2012/13) dal titolo «Se non si parte non si riparte». Il tour, con settantatré date, porta Ceres in giro per tutto lo stivale. Riccardo Ceres firma la colonna sonora nel 2015 del film «Perez», che gli vale la candidatura al Globo d’oro come migliore colonna sonora. Nel 2016 firma le musiche del film «Permesso di soggiorno».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.