La zuppa di cozze del giovedì santo di re Ferdinando I

Nata per soddisfare il lato goloso di Ferdinando I di Borbone, la zuppa di cozze del giovedì santo è divenuto un piatto della tradizione

La zuppa di cozze del giovedì santo è un piatto tipico della tradizione napoletana, e la sua storia nasce con Ferdinando I di Borbone. Si racconta infatti che il monarca, fortemente goloso, venne redarguito da padre Gregorio Maria Rocca. Padre Gregorio infatti invitò re Ferdinado a non eccedere con i peccati di gola almeno nella settimana santa. Ferdinando I di Borbone, re delle Due Sicilie e già IV re di Napoli e III re di Sicilia, nacque a Napoli il 12 gennaio 1751. Giovanissimo, all’età di soli otto anni Ferdinando ereditò il trono di Napoli. L’assenza del padre ed un’educazione che privilegiò l’attività fisica rispetto alla preparazione umanistica finì per forgiare negativamente l’indole di Ferdinando. Il carattere rustico del del re, e a tratti volgare, darà spunto alla ricca aneddotica fiorita attorno allo stereotipo del “re lazzarone”.

Padre Gregorio Maria Rocco ammonisce Ferdinando I ricordandogli di non eccedere nei peccati di gola durante la settimana santa

Fu dunque per un motto di orgoglio che Ferdinando I di Borbone volle accettare l’ammonimento del padre Gregorio Maria Rocco di non eccedere con peccati di gola, almeno durante la settimana santa. La golosità del re ebbe però la meglio e così, Ferdinando, per non rinunciare alle sue cozze tanto gradite ordinò comunque ai cuochi di preparargli i prelibati frutti di mare. Ma specificò di realizzare una preparazione meno sontuosa. Ferdinando si fece così servire in tavola la zuppa di cozze con pomodoro e salsa forte di peperoni.

Da quel giorno prima a palazzo e poi anche tra il popolo la zuppa di cozze del giovedì santo divenne una tradizione. La prima variante della zuppa di cozze la troviamo da subito proprio nel popolo che in ristrettezze economiche sostituì le cozze con le lumache.

La ricetta della Zuppa di Cozze

Nel rispetto della tradizione nelle famiglie e nei ristoranti di Napoli, ed in genere della Campania, il giovedì santo si prepara la zuppa di cozze. Come tutte le ricette anche la zuppa di cozze nel corso degli anni subirà delle leggere modifiche che variano da località a località. Noi abbiamo chiesto la ricetta della zuppa di cozze allo chef del ristorante del Pierò.

Ne do le quantità per quattro persone:
Cozze 1 kg.,
Pomodorini 100 gr,
Olio extravergine di oliva,
Aglio
Prezzemolo
Vino bianco
Salsa forte di peperoni (o peperoncino)

zuppa di cozze piatto della tradizione napoletana per il giovedì santo. Ricetta della zuppa di cozze

Procedimento per preparare la zuppa di cozze del giovedì santo

Pulire le cozze eliminando bisso ed incrostazioni. In una padella fare dorare nell’olio l’aglio finemente tritato. Poi aggiungete una spolverata di prezzemolo avendo l’accortezza di aggiungere mezzo cucchiaio d’acqua così da non far bruciare le foglioline di prezzemolo. Aggiungete poi i pomodorini tagliati a pezzi e quindi unite le cozze. Sfumate con un po’ di vino bianco e coprite la padella con un coperchio. Lasciate cuocere a fiamma vivace per cinque minuti, lasciando che le cozze si aprano facendo uscire la loro acqua. A questo punto mettete nei piatti fondi avendo l’accortenza di posare sul fondo del pane biscottato o delle freselle spezzettate per poi versarvi sopra la zuppa. Completate cospargendo ogni porzione con il trito di prezzemolo ed irrorandole a filo con la salsa forte di peperone.

In alternativa potete divertirvi a preparare delle scodelle di panepizza dove poi versare la vostra zuppa di cozze