sabato 2 Marzo 2024
Murzillo Chic
HomeeventiPer il ciclo "Giovedì del Benessere" Le virtù dello Zafferano

Per il ciclo “Giovedì del Benessere” Le virtù dello Zafferano

Giovedì 25 gennaio per l’appuntamento con I Giovedì del Benessere al Museo Duca di Martina è di scena lo Zafferano.

Questo incontro è dedicato a una delle più antiche spezie: lo Zafferano. La leggenda narra che Croco amò la ninfa Smilace ma gli Dei non condivisero questo amore, così che lo trasformarono in un fiore bellissimo e prezioso. Lo Zafferano è una pianta utilizzata nell’arte tintoria, nella cosmesi ma anche come medicamento. Originaria dell’Asia Minore, la pianta dello Zafferano viene importata in Spagna dagli Arabi ed arrivò in Italia probabilmente con un monaco del Tribunale dell’Inquisizione nel XIV secolo anche se sembra che la sua coltivazione fosse già presente nell’Italia Meridionale.

Alla scoperta delle virtù dello Zafferano.

Per scoprire Le virtù dello Zafferano si  inizierà con una visita, insieme al direttore del Museo Duca di Martina Luisa Ambrosio, ai raffinati oggetti delle collezioni del museo, dedicati alle spezie e ai medicamenti, tra i quali si segnala una scatola per spezie di manifattura cinese, databile 1700-1799. Seguirà la conversazione con Clementina Iervolino, produttrice di  “Zafferano Vesuviano”. Infine una degustazione guidata offerta da Az. Agricola “Masseria Clementina” di Ottaviano.

Informazioni utili per partecipare all’evento

La partecipazione all’evento è con il biglietto ridotto del museo (2 euro).

Museo Duca di Martina | via Cimarosa 77 | via A. Falcone 171 | 80127 Napoli
orario: lun. – dom. 8.30-19.00 (ultimo ingresso ore 17,00) | martedì chiuso
Biglietto € 4,00 (intero); 2 (ridotto)
tel. 3339564880 – 0815788418 – pm-cam.martina@beniculturali.it
www.polomusealenapoli.beniculturali.it – facebook.com/museoducadimartina

Redazione IDN
Redazione IDNhttps://napoli.itineraridellacampania.it
EDITOR E WEB DESIGNER. NATO A VENEZIA NEL 1973, VIVO E LAVORO FRA MILANO E NAPOLI. Sono nato nel 1973 a Venezia. Nascere e vivere a Venezia significa avere la fortuna di crescere respirando il profumo dell'arte in tutte le sue espressioni, dall'architettura alla pittura fino al cinema, così sin da subito mi sono lasciato trasportare da queste sensazioni. Da prima la fotografia, poi il teatro e la televisione, fino a scoprire, verso gli anni novanta, il piacere della sintesi e dell'impatto visivo del segno grafico. E' emozionante vedere stringere nelle mani di persone che non conosci e che non mi conoscono il frutto del mio lavoro.
RELATED ARTICLES

Most Popular