Da un’idea di Antonio Vitale. Regia e interpretazione Antonio Vitale

La solitudine accompagna Gennaro, napoletano, ormai da tempo. È diventata per quest’uomo, costretto a vivere in condizioni misere, un’amica invisibile. È stato licenziato da un giorno all’altro e si rivolge alla solitudine, confidandole le sue paure, le sue preoccupazioni ma anche i suoi sogni.

Lo fa a volte bestemmiando, pregando un Dio ed altre raccontando dei cunti di sua nonna che gli tornano alla memoria e che assolvono il compito di distrarlo, portandolo altrove con la mente. Ad un certo punto escogiterà per sopravvivere un piano. Quale sarà il piano di Gennaro?….è tutto da scoprire. Per una precisa scelta registica non ci saranno luci particolari né tantomeno musiche per rendere lo spettacolo ancora più realistico.

Articolo precedenteFONèS scritto diretto ed interpretato da Francesca Muoio e Luca Trezza
Articolo successivoIL PITONE DELLA MALESIA di Simone Miglietta

35 COMMENTI

  1. Io voto Jastemma di Giovanni Del Prete, regia e interpretazione Antonio Vitale……Vota Antonio, vota Antonio, vota Antonio

Comments are closed.