Sesta edizione per “Talentum – Il premio delle eccellenze”  che si è svolto sabato 29 ottobre alle 18.00 presso il teatro Instabile Napoli (Vico Fico Purgatorio ad Arco,38) dedicato a Gennaro Cannavacciuolo. L’idea del premio è nata dalla giornalista Roberta D’Agostino e da Gianni Sallustro attore, regista e direttore artistico dell’Accademia Vesuviana del teatro e del cinema. Un’occasione per evidenziare la creatività, la bravura, la dedizione, la tenacia di personaggi del mondo della cultura e non solo e di giovani del territorio campano.

“Siamo felici – dicono gli organizzatori – di proseguire il nostro viaggio tra le eccellenze. Con il passare degli anni abbiamo ampliato la platea dei premiati affacciandoci a talenti nazionali e locali che illuminano con la loro arte e con il loro talento. La scomparsa di Gennaro Cannavacciuolo ci ha colpiti profondamente, doveva ritirare il premio come miglior attore, e ci è venuto naturale dedicare a lui questa edizione di Talentum. Il premio vanta il patrocinio del Comune di Napoli fin dalla prima edizione. Il talento era anche una antica moneta e ci siamo rifatti proprio a quella per fare realizzare all’artista campano Fiormario Cilvini il nostro premio. Come sempre, grande attenzione va ai giovani che con il loro operato si sono particolarmente distinti”.

Di particolare suggestione il percorso di accoglienza degli ospiti che si snoda in tutto il vico Fico Purgatorio ad arco, reso celebre dalla statua di Pulcinella di Lello Esposito, dove trenta figuranti  in abiti d’epoca (costumi di Costantino Lombardi ed acconciature di Luca Riccardi) accoglieranno i premiati e gli ospiti. Durante questo itinerario i colori sgargianti degli abiti d’epoca e le musiche rinascimentali accompagnano il pubblico rimandando alle atmosfere particolari tipiche della corte napoletana e non solo.La grafica del premio è ideata dell’architetto Marcello Radano.

I premiati di questa sesta edizione sono:

Dedica per Gennaro Cannavacciuolo

  • Per il teatro: Isa Danieli, Lino Musella
  • Per la musica: Enzo Avitabile, Negramaro
  • Per il cinema: Giampaolo Morelli
  • Per la danza: Anbeta Toromani
  • Per il giornalismo: Nello Mazzone, Vittorio Marotta
  • Per l’arte: Lello Esposito
  • Per l’editoria Antonio Ferrara, Umberto Zoccoli
  • Per la formazione e la ricerca: Amelia Filippelli
  • Per la medicina veterinaria: Francesco Russo
  • Per l’organizzazione eventi: Matteo Conoscitore
  • Per la sceneggiatura: Daniele Marasco

Targhe al merito  per Manlio Santanelli, Paola Greco e Carmine Aymone. Ed alcuni allievi dell’Accademia vesuviana del teatro e del cinema di Gianni Sallustro

Articolo precedenteDomenica 6 Novembre Musica classica napoletana con il pianista Francesco Nicolosi e il violoncellista direttore Luigi Piovano
Articolo successivo“È tutta colpa della luna” debutta giovedì 3 novembre al TRAM di Port’Alba