martedì 16 Aprile 2024
Murzillo Chic
HomeeventiArchivio EventiIo senza giacca e Cravatta

Io senza giacca e Cravatta

Sarà presentato stasera a Napoli, al Teatro Cilea, in anteprima nazionale lo spettacolo di Nino D’Angelo; Io senza giacca e cravatta.

Da stasera e fino al 28 febbraio 2016 il nuovo spettacolo scritto e diretto dall’artista partenopeo e prodotto dal Teatro Cilea, in collaborazione con Pragma, porta in scena un teatro musicato, un excursus musicale, di brani suoi e di altri grandi poeti come Sergio Bruni, Pino Daniele, Giovanni Capurro e Raffaele Viviani che si va ad intrecciare nella drammaturgia dello spettacolo.

Io senza giacca e Cravatta è uno spettacolo che racconta di un quartiere di Napoli, San Pietro a Patierno, di un tempo che va dagli anni ‘60 ai nostri giorni, di una realtà che tocca i ricordi, quelli nostalgici, ma anche quelli divertenti che hanno accompagnato un ragazzo che poteva fare il cantante o lo “scarparo” (il quartiere era importante per la produzione di scarpe).
Il nuovo allestimento di Nino D’Angelo è un viaggio nei ricordi, in una cartolina che fotografa un passato e il suo presente.
“ Una notte, preso dal sentimento del passato – spiega Nino D’Angelo- mi ritrovai nella strada del mio quartiere, San Pietro a Patierno. L’appuntamento era con i ricordi, ma ad aspettarmi trovai la delusione. La casa dove mi vantavo di essere nato non c’era più. Le crepe del tempo l’avevano demolita con tutte le immagini dei miei affetti speciali che, per un attimo, demolirono anche me e la mia memoria. Da questo sentimento nasce la voglia e l’idea di creare IO SENZA GIACCA E CRAVATTA, il mio nuovo spettacolo di musica e teatro. Sarà la mia voce fuori campo e il concerto nel vico ad accompagnare l’infanzia e l’amicizia eterna. Così come il canto accorato che arrivava dalle botteghe degli “scarpari” sarà il principio della mia passione, la musica”.

Redazione IDN
Redazione IDNhttps://napoli.itineraridellacampania.it
EDITOR E WEB DESIGNER. NATO A VENEZIA NEL 1973, VIVO E LAVORO FRA MILANO E NAPOLI. Sono nato nel 1973 a Venezia. Nascere e vivere a Venezia significa avere la fortuna di crescere respirando il profumo dell'arte in tutte le sue espressioni, dall'architettura alla pittura fino al cinema, così sin da subito mi sono lasciato trasportare da queste sensazioni. Da prima la fotografia, poi il teatro e la televisione, fino a scoprire, verso gli anni novanta, il piacere della sintesi e dell'impatto visivo del segno grafico. E' emozionante vedere stringere nelle mani di persone che non conosci e che non mi conoscono il frutto del mio lavoro.
RELATED ARTICLES

Most Popular