domenica 3 Dicembre 2023
Murzillo Chic
HomeFilmGiallo Napoletano di Sergio Corbucci

Giallo Napoletano di Sergio Corbucci

Giallo Napoletano, girato nel 1978, è diretto da Sergio Corbucci. In Giallo Napoletano, il protagonista Raffaele Capece (Marcello Mastroianni), professore di mandolino classico che si è ridotto a fare il suonatore ambulante, è afflitto da due problemi irrisolvibili: una gamba che lo fa zoppicare, per colpa della poliomielite contratta da piccolo, e un padre, incallito giocatore, che sperpera al lotto e alla roulette tutti i guadagni del figlio. Ed è proprio per questo vizio di suo padre che don Raffaele finisce per trovarsi coinvolto in una serie di misteriosi omicidi, dei quali sono vittime un giovane giamaicano, un biscazziere clandestino e un nano. Negli omicidi c’entrano un direttore d’orchestra, suo figlio, una bella infermiera, un madre superiora e una coppia di ricattatori e la posta, infine, è un bel gruzzolo di milioni, per avere i quali è però indispensabile entrare in possesso di una preziosa bobina, in cui è registrata la prova di un delitto commesso durante la seconda guerra mondiale. Dopo averne viste d’ogni colore e aver più volte rischiato la pelle, don Raffaele verrà finalmente a capo del complicatissimo intrigo, e i milioni saranno suoi.

Una delle location esterne utilizzate nel film Giallo Napoletano è il famoso Palazzo Spinelli

Articolo precedente
Articolo successivo
Redazione IDN
Redazione IDNhttps://napoli.itineraridellacampania.it
EDITOR E WEB DESIGNER. NATO A VENEZIA NEL 1973, VIVO E LAVORO FRA MILANO E NAPOLI. Sono nato nel 1973 a Venezia. Nascere e vivere a Venezia significa avere la fortuna di crescere respirando il profumo dell'arte in tutte le sue espressioni, dall'architettura alla pittura fino al cinema, così sin da subito mi sono lasciato trasportare da queste sensazioni. Da prima la fotografia, poi il teatro e la televisione, fino a scoprire, verso gli anni novanta, il piacere della sintesi e dell'impatto visivo del segno grafico. E' emozionante vedere stringere nelle mani di persone che non conosci e che non mi conoscono il frutto del mio lavoro.
RELATED ARTICLES

8 COMMENTI

  1. […] Location del film Pensavo fosse amore invece era un calesse è Borgo Marinari. Il Borgo è il set principale in cui si muovono i protagonisti, con il ristorante di Tommaso (interpretato da Massimo Troisi) e che porta il nome di “Giulietta e Romeo” (in realtà il ristorante Transatlantico) e la libreria di Cecilia (Francesca Neri). La libreria non esiste, e il suo esterno è stato ricostruito sulla facciata di una palazzina del Borgo. Il pittoresco Borgo Marinari compare in pellicole come Napoli milionaria, La mazzetta e Giallo napoletano. […]

Comments are closed.

Most Popular