La Nuova Orchestra Scarlatti non delude mai offrendo sempre grandi concerti realizzati da artisti del calibro di Piovano e Nicolosi

La Nuova Orchestra Scarlatti si è esibita domenica 6 novembre al Conservatorio San Pietro a Majella, nella Sala Scarlatti, in un concerto che ha accolto il pieno successo del pubblico. L’orchestra, diretta per l’occasione dal Direttore e Violoncellista Luigi Piovano, ha suonato brani di Paisiello, Martucci e Mozart.

Un concerto dedicato alla musica classica napoletana con i brani di Paisiello e Martucci

Il concerto ha offerto al pubblico presente emozioni intense e delicate, grazie ad un programma ben delineato e organizzato. L’apertura dell’evento è stata caratterizzata da due romanze per violoncello e pianoforte, opera 72 di Giuseppe Martucci, magistralmente eseguite da Luigi Piovano al violoncello e Francesco Nicolosi al pianoforte.

Il programma, redatto dal direttore artistico Gaetano Russo della Nuova Orchestra Scarlatti, è poi proseguito con il Concerto numero 4 in sol minore per pianoforte e orchestra di Giovanni Paisiello. A conclusione del concerto la Sinfonia n 29 in LA maggiore di W. A. Mozart

Luigi Piovano primo violoncello solista dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Si è diplomato in violoncello a 17 anni col massimo dei voti e la lode sotto la guida di Radu Aldulescu, Luigi Piovano per anni è stato primo violoncello del gruppo Concerto Italiano, diretto da Rinaldo Alessandrini. Nel 1999 è stato scelto da Maurizio Pollini per partecipare al “Progetto Pollini” al Festival di Salisburgo, ripreso alla Carnegie Hall, a Tokyo e a Roma.

Piovani ha tenuto concerti da camera con artisti del calibro di Sawallisch, Chung, Lonquich, Sitkovetsky, Kavakos, le sorelle Labeque. Dal 2005 suona regolarmente in duo con Antonio Pappano. Ha suonato come solista con prestigiose orchestre tra le quali la Tokyo Philharmonic, New Japan Philharmonic, l’Accademia di Santa Cecilia, la Seoul Philharmonic e Orchestre Symphonique de Montréal.

Dal 2002 Luigi Piovano si dedica sempre più alla direzione e nel 2012 è direttore musicale dell’Orchestra ICO della Magna Grecia di Taranto. Dal 2013 è alla testa degli Archi di Santa Cecilia con i quali ha pubblicato sei CD.

A settembre 2020 Arcana ha pubblicato il CD con le Sonate di Brahms e le Romanze di Martucci in duo con Antonio Pappano.

Musica classica napoletana con il pianista Francesco Nicolosi e il violoncellista direttore Luigi Piovano
Luigi Piovano, nella doppia veste di Direttore e Violoncello

Il pianista Francesco Nicolosi è uno dei massimi esponenti della Scuola pianistica napoletana.

Francesco Nicolosi è stato allievo, uno dei migliori, di Vincenzo Vitale riconosciuto didatta tra i migliori della tradizione pianistica italiana. Nicolosi è considerato a tutt’oggi uno dei massimi esponenti della scuola pianistica partenopea.

Si è esibito nelle più importanti sale da concerto del mondo, dal Kennedy Center di Washington alla Queen Elizabeth Hall e Wigmore Hall di Londra, dalla Victoria Hall di Ginevra alla Radio Nacional di Madrid, e ancora la Salle Gaveau di Parigi, il Teatro alla Scala e la Sala Verdi di Milano, il Teatro dell’Opera e l’Accademia di Santa Cecilia di Roma, il Teatro di San Carlo di Napoli, l’Herkulessaal di Monaco, la Brahmssaal di Vienna, il Megaron di Atene.

I suoi dischi sono stati recensiti in maniera sempre entusiastica dalle più quotate riviste musicali europee, americane e asiatiche, e vengono regolarmente trasmessi dai canali classici delle radio di tutto il mondo. Sull’ incisione per la Naxos di due rari concerti di Paisiello, l’autorevole critico e musicologo Paolo Isotta ha scritto di lui: (…) bisogna riconoscere che nessuno oggi gli può essere accostato per la luminosità del suono, la capacità di cantare e legare (…) egli va considerato uno dei migliori pianisti viventi (…) il sommo Arturo Benedetti Michelangeli eseguì musica del Settecento ispirandosi agli stessi criteri di massima adottati dal Nicolosi ma forse non con altrettanta lucidità e coerenza. Nicolosi porta a compimento ciò che Benedetti Michelangeli annuncia.

Luigi Piovano nel doppio ruolo di Direttore e violoncello e Francesco Nicolosi per il concerto della Nuova Orchestra Scarlatti 1
Francesco Nicolosi, uno dei massimi esponenti della scuola pianistica partenopea

Tanti eventi fino a fine anno con la musica sinfonica

La musica sinfonica, sia eseguita da grandi gruppi orchestrali come la Nuova Orchestra Scarlatti o sia musica da camera, ha sempre un grande seguito di pubblico e sono sempre di più gli eventi che propongono musica sinfonica. I prossimi due concerti che vogliamo segnalare sono “Il Concerto di Napoli” il 12 Novembre a Sant’Antonio di Padova a Carbonelli in Corso Secondigliano, 479, 80144 Napoli con l’Orchestra da Camera di Napoli diretta dal Maestro Enzo Amato, e che per l’occasione vede Cosimo Alberti in qualità di voce recitante. Mercoledì 16 Novembre al Teatro Mediterraneo ScarlattiInBlues sempre con La Nuova Orchestra Scarlatti, diretta per l’occasione da Bruno Persico e con la guest star Daniele Sepe.

Articolo precedenteVittorio Sgarbi definisce l’arte astratta e informale di Giacomo Pietoso visionaria
Articolo successivoIl 12 Novembre l’inedito Concerto di Napoli di Mozart diretto da Enzo Amato