Il Teatro di San Carlo è il più antico teatro operante in Europa

Teatro di San Carlo

Il Teatro di San Carlo è il più antico teatro in Europa costruito nel 1737

Il Teatro di San Carlo è il più antico teatro operante in Europa: costruito, per volontà di Carlo di Borbone, nel 1737 ed inaugurato il 4 novembre dello stesso anno, giorno onomastico del Sovrano. Con una data di nascita che anticipa di 41 anni la Scala di Milano e di 51 la Fenice di Venezia, costituisce il simbolo della città di Napoli.
La bellezza di questa sala travalica il tempo e lo spazio per giungere fino ai nostri giorni, intrisa di un fascino antico ma sempre vivo.

Tutti i più grandi artisti prima o poi hanno calcato le scene del Teatro di San Carlo

Tutti i più grandi artisti prima o poi hanno calcato le scene del Teatro: Gioachino Rossini a soli 23, nel 1815, firma la sua prima opera al San Carlo: Elisabetta Regina d’Inghilterra. A comporre 17 opere per il San Carlo fu, invece, il compositore bergamasco Gaetano Donizetti. Ancora, Niccolò Paganini che nel 1819 vi tiene ben due concerti. Un palcoscenico prestigioso quello partenopeo, di cui si è innamorato anche Vincenzo Bellini, che nel 1826 debutta con Bianca e Gernando, opera prima scritta proprio per il San Carlo.

Nella notte del 12 febbraio del 1816 un incendio devasta l’edificio del Massimo napoletano.

La ricostruzione, compiuta nell’arco di nove mesi fu diretta da Antonio Niccolini. A parte la creazione del “golfo mistico” e la creazione del nuovo Foyer, il Teatro non ha subito mutamenti sostanziali ed oggi si presenta così come la vide Stendhal la sera della seconda inaugurazione, il 12 gennaio 1817: “ Non c’è nulla in tutta Europa che non dico si avvicini a questo teatro, ma ne dia la più pallida idea. Gli occhi sono abbagliati, l’anima rapita..”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here