mercoledì 24 Aprile 2024
Murzillo Chic
HomePercorsiBorgo Marinari e Castel dell'Ovo nei film di Napoli

Borgo Marinari e Castel dell’Ovo nei film di Napoli

L’antica fortificazione di Castel dell’Ovo ha ospitato le riprese di Passione e in particolare l’esibizione di Peppe Barra nel brano Don Raffaè. Il castello è poi rappresentato, tra i moltissimi titoli che si potrebbero citare, nel film di animazione Opopomoz e in Un film parlato. In quest’ultimo film, una professoressa di storia racconta alla figlia la leggenda del castello legata al poeta Virgilio.
Le stradine di Borgo Marinari compaiono in pellicole come Napoli milionaria, La mazzetta, Giallo napoletano e Pensavo fosse amore e invece era un calesse. In quest’ultimo, Borgo Marinari è il set principale in cui si muovono i protagonisti: Tommaso, interpretato da Massimo Troisi, gestore di un ristorante e Cecilia, interpretata da Francesca Neri, titolare di una libreria. Il ristorante porta il nome di “Giulietta e Romeo”, ma in realtà si tratta de Il Transatlantico. La libreria, invece, non esiste e il suo esterno è stato ricostruito sulla facciata di una palazzina del Borgo.

Castel dell’Ovo e Borgo Marinari fanno da cornice a molte pellicole napoletane. Borgo Marinari era, in origine, destinato ad ospitare le famiglie dei pescatori e dei marinai di Santa Lucia, ma oggi è diventato luogo turistico e di passeggio e ospita, prevalentemente, attività commerciali. Castel dell’Ovo, il castello più antico della città, si trova sull’isolotto di Megaride, dove approdarono i primi Greci per fondare Partenope e poi Napoli. Il nome, secondo alcuni studiosi, risale al Trecento ed è dovuto alla sua pianta ellittica. La leggenda, invece, vuole che il nome sia legato al poeta latino Virgilio, che avrebbe posto nelle sue fondamenta un uovo, appunto, che, finché rimasto intatto, avrebbe assicurato la sopravvivenza dell’edificio. Castel dell’Ovo si presenta come una cittadella fortificata e costituisce un punto preminente del panorama napoletano sul lungomare.

 

Redazione IDN
Redazione IDNhttps://napoli.itineraridellacampania.it
EDITOR E WEB DESIGNER. NATO A VENEZIA NEL 1973, VIVO E LAVORO FRA MILANO E NAPOLI. Sono nato nel 1973 a Venezia. Nascere e vivere a Venezia significa avere la fortuna di crescere respirando il profumo dell'arte in tutte le sue espressioni, dall'architettura alla pittura fino al cinema, così sin da subito mi sono lasciato trasportare da queste sensazioni. Da prima la fotografia, poi il teatro e la televisione, fino a scoprire, verso gli anni novanta, il piacere della sintesi e dell'impatto visivo del segno grafico. E' emozionante vedere stringere nelle mani di persone che non conosci e che non mi conoscono il frutto del mio lavoro.
RELATED ARTICLES

Most Popular