Via San Carlo location del film Matrimonio all’italiana

Una scena tratta dal film Matrimonio all'italiana, girata in via San Carlo, con gli attori Marcello Mastroianni e Sofia Loren
Una scena tratta dal film Matrimonio all'italiana, girata in via San Carlo, con gli attori Marcello Mastroianni e Sofia Loren

Location del film Matrimonio all’italiana è l’angolo di strada tra via Vittorio Emanuele III e via San Carlo. All’altezza di quella che oggi è una banca collocata proprio difronte all’arco trionfale di Castel Nuovo, si può ritrovare la pasticceria Soriano di Matrimonio all’italiana. In una sequenza notturna del film, Filumena (Sofia Loren) ha un incontro con don Domenico (Marcello Mastroianni), di ritorno da uno dei suoi tanti viaggi all’estero. Dove oggi è situata la pasticceria all’epoca c’era un night club.

In via San Carlo si trova il Teatro di San Carlo, voluto da re Carlo di Borbone. Il progetto è affidato all’architetto Giovanni Antonio Medrano e ad Angelo Carasale. L’inaugurazione del Teatro di San Carlo avviene il 4 novembre 1737 in occasione dell’onomastico del re con l’opera “Achille in Sciro” di Pietro Metastasio con musica di Domenico Sarro. Il prestigio del teatro cresce tanto da attirare nomi importanti.
Con l’ascesa al trono di Murat e la gestione di Domenico Barbaja inizia un nuovo capitolo della storia del Teatro di San Carlo: ha come direttori Gioacchino Rossini e Gaetano Donizetti e il “Real Teatro” diventa teatro del popolo. Inoltre, Gioacchino Murat affida all’architetto Antonio Niccolini l’incarico di realizzare la facciata in stile neoclassico. Il Teatro di San Carlo, nel corso degli anni, ha subito alcune modifiche all’interno, ma anche interventi di restauro dell’edificio. In via San Carlo si trova anche l’ingresso principale della Galleria Umberto I, realizzata tra il 1887 e il 1890 su progetto di Emanuele Rocco poi ripreso da Antonio Curri e, infine, ampliato da Ernesto Di Mauro. La Galleria è inaugurata il 19 novembre 1890. La Galleria Umberto I colpisce per la cupola, alta 56.7 metri, innalzata su un ottagono di 36 metri, per la decorazione in stucco, per le coperture in ferro e vetro e per l’imponente architettura. La Galleria Umberto I è di grande impatto scenografico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.