Campi Flegrei, una vasta area geografica capace di regalare ad ogni angolo tesori nascosti. Il punto di partenza per andare alla scoperta dei Campi Flegrei è il percorso archeologico del Rione Terra a Pozzuoli.

Pozzuoli, nasce come proiezione di Roma sul Tirreno, con l’insediamento iniziale di circa trecento famiglie romane nel secondo secolo avanti cristo. E’ proprio nel Rione Terra che subito viene instaurato il punto nevralgico della città di Pozzuoli di allora. Il Rione Terra è stato prima centro decisionale dell’antica Puteoli. In seguito divenne castrum, ovvero una città racchiusa nell’esiguo perimetro delle sue mura. Quando la città iniziò a prendere forma ai piedi della rocca tufacea, il Rione Terra restò cuore religioso di Pozzuoli, con il Duomo di San Procolo.

Nel territorio dei Campi Flegrei, il Rione Terra è stato senza dubbio il protagonista di tutte le evoluzioni storiche, dalla colonizzazione greca e romana fino all’epoca moderna. E oggi al Rione Terra è visitabile un intero percorso archeologico sotterraneo quasi perfettamente conservato che ricalca la città romana. Questo è sicuramente un valido motivo per iniziare la visita dei Campi Flegrei proprio dalla Rocca del Rione Terra di Pozzuoli.

Le costruzioni stratificate del Duomo risalenti al secondo secolo avanti cristo

In epoca romana Pozzuoli e la rocca conobbero il loro periodo di maggior splendore. La città, infatti, è stata per secoli, fino alla nascita di Ostia, il maggior porto commerciale di Roma. L’allora Puteoli venne dedotta a colonia romana nel 194 a.C. ed aveva proprio nella rocca il suo cuore pulsante.

Chiusa sulla sommità dell’altura su cui insiste e senza possibilità di espansione al di fuori di essa, la città iniziò quindi a stratificarsi. Le culture che si sono succedute hanno costruito le loro botteghe e le loro abitazioni su quelle che un tempo erano le mura romane.

La prova più evidente di questa stratificazione è sicuramente il duomo della città di Pozzuoli, edificato proprio sulle mura del tempio di Augusto. Il duomo, infatti ingloba il tempio di epoca romana, che a sua volta inglobava un tempio di età repubblicana risalente al 194 a.C., che venne già ristrutturato da Silla nel 78 a.C.

Rione Terra in Pozzuoli. The starting point for visiting the Phlegraean Fields

If you prefer, watch the videos in English

Pasquale Riccardo, archaeologist and tour guide, introduces us to the archaeological itinerary of the Rione Terra in Pozzuoli
Fulvio Ferrigno, director of Tourism and Services, invites us to visit Pozzuoli and the Rione Terra
Articolo precedenteLe opere di Pasquale Manzo tra gli archivi della Soprintendenza
Articolo successivo“Gli Ozi di Ercole” dove protagonisti sono cibo e corpo