martedì 23 Aprile 2024
Murzillo Chic
HomePercorsiRampe San Marcellino e Largo San Marcellino come location

Rampe San Marcellino e Largo San Marcellino come location

Largo San Marcellino è una delle location principali di Un complicato intrigo di donne, vicoli e delitti. In una squallida pensione Bartolomeo Rocco, detto “babà”, viene ucciso mentre sta tentando di violentare l’ex amante Nunziata, alla quale ha ceduto la gestione dell’albergo. In pochi giorni si verificano altri strani omicidi, in cui la presenza ricorrente di una siringa fa pensare a rese dei conti legate al traffico di droga. A qualche metro di distanza ci sono le rampe San Marcellino dove sono stati ricostruiti gli scontri de Le quattro giornate di Napoli e sono state girate alcune sequenze de I guappi e una curiosa performance di Domenico Modugno in Giudizio universale. In quest’ultimo film, il grande cantante si esibisce con la chitarra con la canzone napoletana ‘Na musica’.

Tra Largo San Marcellino e le rampe San Marcellino si trova il Museo di Paleontologia, che ha sede nella Sala Capitolare del convento dei Santi Marcellino e Festo. Dal 1907 il convento è sede universitaria. La Sala Capitolare ha un bel pavimento maiolicato realizzato da Giuseppe Massa. Il Museo di Paleontologia custodisce raccolte di pesci, anfibi, rettili e lo scheletro di Allosaurus fragilis proveniente dall’America. L’Allosaurus è un dinosauro teropede vissuto tra i 145 e i 155 milioni di anni fa.

Redazione IDN
Redazione IDNhttps://napoli.itineraridellacampania.it
EDITOR E WEB DESIGNER. NATO A VENEZIA NEL 1973, VIVO E LAVORO FRA MILANO E NAPOLI. Sono nato nel 1973 a Venezia. Nascere e vivere a Venezia significa avere la fortuna di crescere respirando il profumo dell'arte in tutte le sue espressioni, dall'architettura alla pittura fino al cinema, così sin da subito mi sono lasciato trasportare da queste sensazioni. Da prima la fotografia, poi il teatro e la televisione, fino a scoprire, verso gli anni novanta, il piacere della sintesi e dell'impatto visivo del segno grafico. E' emozionante vedere stringere nelle mani di persone che non conosci e che non mi conoscono il frutto del mio lavoro.
RELATED ARTICLES

Most Popular