sabato 15 Giugno 2024
Murzillo Chic
HomePercorsiLocation del film Viaggio in Italia di Rossellini

Location del film Viaggio in Italia di Rossellini

Location del film Viaggio in Italia di Rossellini è il Museo Archeologico Nazionale. C’è un’indimenticabile sequenza di Viaggio in Italia, in cui la straniera Katherine (Ingrid Bergman) è rapita dallo splendore delle sculture e dal fascino di una cultura millenaria, tuttora palpabile nelle sale museali e in opere come l’Ercole Farnese e il cosiddetto Toro Farnese. Nella sua biografia, Ingrid Bergman racconta le difficoltà incontrate dal protagonista maschile, l’attore George Sanders, nell’adattarsi ai metodi di lavoro del regista Roberto Rossellini, che non usava scrivere un copione ben definito e spesso lasciava per intere giornate gli attori in attesa di istruzioni. Abituato alle sceneggiature dettagliate di Hollywood, Sanders entrò profondamente in crisi, trascorrendo molte ore al telefono col suo psicanalista. Appena si liberava dalle riprese, Sanders raggiungeva il suo amico Humphrey Bogart a Ravello, impegnato sul set del film Il tesoro dell’Africa.

Il Museo Archeologico Nazionale Napoli vanta un ricco repertorio di opere d’arte che rivestono notevole interesse archeologico. Nel 1777, il re Ferdinando IV decide di utilizzare il Palazzo degli Studi come sede del Museo Borbonico e della Real Biblioteca. Il progetto dei Borbone era quello di riunire in un unico complesso la ricca collezione Farnese e i numerosi reperti venuti alla luce a Pompei ed Ercolano.

Redazione IDN
Redazione IDNhttps://napoli.itineraridellacampania.it
EDITOR E WEB DESIGNER. NATO A VENEZIA NEL 1973, VIVO E LAVORO FRA MILANO E NAPOLI. Sono nato nel 1973 a Venezia. Nascere e vivere a Venezia significa avere la fortuna di crescere respirando il profumo dell'arte in tutte le sue espressioni, dall'architettura alla pittura fino al cinema, così sin da subito mi sono lasciato trasportare da queste sensazioni. Da prima la fotografia, poi il teatro e la televisione, fino a scoprire, verso gli anni novanta, il piacere della sintesi e dell'impatto visivo del segno grafico. E' emozionante vedere stringere nelle mani di persone che non conosci e che non mi conoscono il frutto del mio lavoro.
RELATED ARTICLES

1 COMMENTO

Comments are closed.

Most Popular