L’amore per il teatro va oltre il palco e il sipario. #teatroacasa

Teatro Stabile di Napoli memorie d'archivio

L’amore per il teatro può vivere anche tra le mura di casa. Il Teatro stabile di Napoli lancia l’iniziativa “Memorie d’archivio” #iorestoacasa #teatroacasa

Nei giorni del coronavirus e delle quarantene, in questo tempo sospeso che siamo costretti a vivere casa ecco che il mondo della cultura si attiva. In questo caso è il teatro che si mobilita con una pregevole iniziativa dello Stabile di Napoli. Sulla pagina facebook del Teatro Stabile Napoli parte l’iniziativa Memorie d’archivio: gallerie fotografiche e citazioni di testi delle produzioni dello Stabile, dal 2003 ad oggi. Si parte con le foto dello spettacolo Napoli Milionaria, stagione 2003/2004, di Eduardo De Filippo per la regia di Francesco Rosi e con la notissima citazione: “Ha da passa’ ‘a nuttata!.

Inoltre sul profilo Instagram del Teatro (teatrostabilenapoli) e della Scuola di Teatro (ScuolaTeatroStabileNapoli) è partita la campagna: #iorestoacasa #teatroacasa. Verranno pubblicati brevi monologhi con protagonisti (a distanza) gli allievi della scuola del Teatro Stabile di Napoli. Un’iniziativa che permette di offrire teatro anche restando a casa. Ma ancora di più è un’iniziativa che sollecita anche i giovani studenti della scuola a utilizzare il loro tempo, forzatamente lontano dalle aule, a esercitarsi su testi scelti secondo la loro sensibilità.

“Nei momenti di crisi, più che mai, è necessario sottolineare il ruolo irrinunciabile della cultura, fondamentale costruttrice della fisionomia d’una comunità. Senza arte, letteratura, teatro, musica non esistono popoli, ma soltanto masse senza identità”.

Articolo precedenteI Lapilli del Parco Archeologico di Ercolano #iorestoacasa
Articolo successivoIl valore del quotidiano e delle piccole cose ai tempi del coronavirus