sabato 2 Marzo 2024
Murzillo Chic
HomeCulturaletteraturaElena Starace racconta le Anime Pezzentelle

Elena Starace racconta le Anime Pezzentelle

Il giorno 10 Marzo ore 16:00 presso la Sala della Loggia del Maschio Angioino Elena Starace racconta le Anime Pezzentelle

Storie di tutti i giorni, attuali seppur ambientate in un’altra epoca. Questo è Anime Pezzentelle di Elena

Starace che racconta la storia di Stefano, protagonista di una famiglia italiana del secondo dopoguerra che

attraverso le emozioni dell’infanzia, dell’adolescenza e dell’età adulta, fa vivere al lettore tutte le sensazioni

del viaggio nelle sofferenze che portano poi ad apprezzare l’umiltà delle piccole gioie.

Elena Starace attrice italiana vista in Gomorra – La Serie, in Benvenuti a Tavola, in Per amore del mio popolo,

al suo esordio letterario presenta Anime Pezzentelle (edito da Giulio Perrone editore nella collana L’Erudita)

in una location d’eccezione come la Sala della Loggia del Maschio Angioino a Napoli.

Ospiti il Maestro Marco Mantovanelli che suonerà brani del suo primo album “La mia vita in bianco e nero”

e l’attore Salvatore Esposito (interprete di Genny Savastano in Gomorra – La Serie) che leggerà passi del

libro. A moderare il dibattito la giornalista e video reporter Daniela Volpecina, il direttore di CasertaFocus

Francesco Marino e Francesco Russo direttore de “La Gazzetta dello Spettacolo” e scrittore.

L’appuntamento è per il giorno 10 Marzo ore 16:00 presso la Sala della Loggia del Maschio Angioino, Piazza

Castello, Napoli.

Redazione IDN
Redazione IDNhttps://napoli.itineraridellacampania.it
EDITOR E WEB DESIGNER. NATO A VENEZIA NEL 1973, VIVO E LAVORO FRA MILANO E NAPOLI. Sono nato nel 1973 a Venezia. Nascere e vivere a Venezia significa avere la fortuna di crescere respirando il profumo dell'arte in tutte le sue espressioni, dall'architettura alla pittura fino al cinema, così sin da subito mi sono lasciato trasportare da queste sensazioni. Da prima la fotografia, poi il teatro e la televisione, fino a scoprire, verso gli anni novanta, il piacere della sintesi e dell'impatto visivo del segno grafico. E' emozionante vedere stringere nelle mani di persone che non conosci e che non mi conoscono il frutto del mio lavoro.
RELATED ARTICLES

Most Popular