martedì 23 Aprile 2024
Murzillo Chic
HomePercorsiArchivio Storico set del film Maccheroni

Archivio Storico set del film Maccheroni

Una location del film Maccheroni è nei pressi dell’Archivio Storico del Banco di Napoli. Superato l’incrocio con l’asse di via Duomo, Robert Traven (Jack Lemmon) si muoverà in direzione dell’Archivio Storico del Banco di Napoli per cercare il suo amico Antonio (Mastroianni). Robert Traven, vicepresidente di una grande società americana, è a Napoli per lavoro. Viene contattato da Antonio, conosciuto nel ‘46 quando era a Napoli da soldato ed era fidanzato con la sorella Maria. La fredda reazione di Robert delude Antonio che coltiva invece una vera devozione per il vecchio amico. Nel restituirgli una foto, Robert entra nel mondo di Antonio e scopre che l’uomo ha continuato a scrivere lettere a suo nome, costruendo l’immagine di un eroe americano amico di famiglia. Robert è progressivamente coinvolto dal calore dell’amico, tanto da non poterne fare più a meno. Al momento della partenza anticipata per un problema, Robert decide di aiutare l’amico che è nei guai a causa del figlio, preso di mira dalla criminalità per dei soldi sottratti al giro del lotto clandestino. Robert risolve la situazione, ma Antonio, colpito alla testa, viene dato per morto. Essendoci due precedenti in cui l’uomo si era miracolosamente risvegliato esattamente a ora di pranzo, mentre la famiglia era a tavola, il rito è ripetuto in presenza di Robert: per l’ennesima volta l’evento non si fa attendere.

Via dei Tribunali, che conduce all’Archivio Storico del Banco di Napoli, è anche location della pellicola Mangia, prega, ama. La protagonista Elizabeth (Julia Roberts) resta affascinata dalla vivacità della città. Oltre a Lemmon e alla Roberts, questa strada è frequentata da altri due rappresentanti del cinema statunitense, Terry Gilliam e John Turturro, registi rispettivamente di The Wholly Family e Passione.

L’Archivio Storico del Banco di Napoli custodisce documenti bancari che vanno dalla metà del Cinquecento ad oggi. I documenti si dividono in due grandi categorie: scritture patrimoniali e apodissarie. Le prime riguardano la gestione del patrimonio fruttifero dei banchi mentre le seconde si riferiscono all’attività di raccolta dei depositi e l’emissione di bancali. L’Archivio Storico custodisce pergamene, libri di cassa, di terze, di confidenze, libri dei conti riguardanti i depositi della clientela e gli eventi storici di Napoli e del Mezzogiorno. La raccolta dell’Archivio Storico è una una preziosa testimonianza di documenti e notizie riguardanti Napoli e il Mezzogiorno.

 

Redazione IDN
Redazione IDNhttps://napoli.itineraridellacampania.it
EDITOR E WEB DESIGNER. NATO A VENEZIA NEL 1973, VIVO E LAVORO FRA MILANO E NAPOLI. Sono nato nel 1973 a Venezia. Nascere e vivere a Venezia significa avere la fortuna di crescere respirando il profumo dell'arte in tutte le sue espressioni, dall'architettura alla pittura fino al cinema, così sin da subito mi sono lasciato trasportare da queste sensazioni. Da prima la fotografia, poi il teatro e la televisione, fino a scoprire, verso gli anni novanta, il piacere della sintesi e dell'impatto visivo del segno grafico. E' emozionante vedere stringere nelle mani di persone che non conosci e che non mi conoscono il frutto del mio lavoro.
RELATED ARTICLES

Most Popular